Mutuo Ipotecario Pontenure

 

Scopri tutto su: Mutuo Ipotecario Pontenure

Mutuo Ipotecario Pontenure: Nuove condizioni per la surroga. Il secondo vantaggio di rilievo nella disciplina della surroga, consiste nella possibilità – rimessa alla negoziazione tra le parti – di poter avere accesso a condizioni migliorative o più soddisfacenti. Si pensi alla possibilità di abbassare l importo delle rate allungando la durata residua del piano di ammortamento o, ad esempio, alla possibilità di congelare l importo degli stessi pagamenti, scegliendo di indebitarsi a tasso di interesse fisso anziché variabile.

Mutuo Ipotecario Pontenure: La durata del mutuo. Con l operazione di rifinanziamento, il cliente dell istituto bancario potrà altresì sfruttare la potenziale rinegoziazione della durata dell’operazione. Considerato infatti che il suo debito residuo andrà ad aumentare in virtù della sottoscrizione di una linea di credito a sostegno della liquidità aggiuntiva, al fine di evitare un incremento delle rate, sarà possibile allungare l estensione temporale della transazione creditizia. In questo modo il cliente spalmerà il debito su un maggior numero di rate, con contestuale decremento dell importo delle stesse.

Mutuo Ipotecario Pontenure: Cosa significa la parola Crif? La parola Crif è un acronimo, cioè le sue lettere sono le iniziali di alcune parole che sono per la precisione Centrale Rischi Finanziari. Non è una bella parola per chi ne fa parte, il Crif infatti contiene i nominativi di tante persone che hanno avuto problemi finanziari in passato o che comunque per vari motivi non hanno onorato i loro impegni e pagamenti. Questo è il principale riferimento per gli istituti bancari e serve loro per misurare in tempi brevi il grado di affidabilità di ognuno di noi, a molti non piace questo metodo ma appare essere molto efficace per le banche.

Mutuo Ipotecario Pontenure: Ottenere il prestito dalla banca. Una cosa è certa, le banche prestano sempre meno il loro denaro ai lavoratori autonomi, principalmente perchè essi non offrono le garanzie necessarie alla restituzione di quanto avuto. Il perchè è palese, cioè questo accade per l impossibilità di poter avere con certezza dei guadagni stabili nel tempo, la crisi specie in certi settori ha fatto si che il lavoro sia calato e con esso i guadagni. Un caso a parte lo fanno i lavoratori diepndenti che avendo uno stipendio fisso si vedono accettare quasi sempre le richieste di prestito. Anche i pensionati sono clienti appetibili perchè come titolari di pensione possono tranquillamente restituire quanto ottenuto in prestito, spesso tramite la cessione del quinto.