Prestiti Online Arcola

 

Scopri tutto su: Prestiti Online Arcola

Prestiti Online Arcola: I vari tipi di prestiti più richiesti in Italia. Ma quali sono in realtà i tipi di prestiti che gli Italiani richiedono più di frequente? Molte delle richieste negli ultimi tempi sono fatte dai lavoratori autonomi che essendo in difficoltà cercano di rifinanziare le proprie attività ma spesso per scarse garanzie non sono esauditi, sono molto richiesti prestiti per la casa, sia per l acquisto che per arredarla, anche la macchina è tra le priorità degli italiani, ma sono richiesti prestiti anche per il matrimonio, per le vacanze, per l acquisto di nuovi elettrodomestici e anche per gli studi dei figli, sempre molto onerosi.

Prestiti Online Arcola: Ottenere un prestito senza avere la busta paga. Ai nostri giorni e assendo ancora in preda ad una crisi pesante, esiste ancora qualche banca che concede un prestito anche senza la garanzia di una busta paga? Avere un prestito sanza avere uno stipendio fisso sembrerebbe una cosa impossibile ma non è proprio cosi, basta avere chi al posto nostro da una garanzia alla banca, il cosiddetto garante. Di solito è una persona affidabile e senza problemi, con una solida posizione economica ed è una figura molto ricercata da chi per sfortuna non ha lo stesso profilo.

Prestiti Online Arcola: Il finanziamento a fondo perduto. Questo genere di finanziamento si chiama cosi proprio perchè una buona parte del denaro ricevuto in prestito per le nostre attività, non verrà restituito. Chi concede questi finanziamenti a fondo perduto sono di solito gli enti, che li dedicano prevalentemente ai giovani che intendono intraprendere nuove iniziative imprenditoriali, assolvendo in questo modo anche ad un impegno sociale, aiutando a diminuire la disoccupazione giovanile che è un grosso problema ai nostri giorni.

Prestiti Online Arcola: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.