Prestiti Online Averara

 

Scopri tutto su: Prestiti Online Averara

Prestiti Online Averara: Cosa è la cessione del quinto? Tra le forme di prestito più usate e anche più avvallate dalle banche c è di sicuro quella che prevede la restituzione delle rate per mezzo della cessione del quinto dello stipendio. Per le banche è un ottimo affare, perchè questo prestito viene concesso solamente a chi dispone di uno stipendio fisso e quindi non ci saranno problemi nella restituzione dello stesso. Possono accedere a questo prestito tutti i titolari di busta paga ma anche chi ha una pensione, infatti sempre più italiani usano questo mezzo per ottenere denaro per le loro spese.

Prestiti Online Averara: Prestito per il pensionato. Anche il pensionato fa parte di quel tipo di categoria di richiedenti gradito dalle banche, al contrario di un lavoratore dipendente infatti esso ha una sicura pensione da dare in garanzia e proprio per questo offre maggiore affidabilità di chi non ha un reddito stabile. Il pensionato quindi difficilmente si vedrà rifiutare una richiesta di prestito, potendo rimborsare le rate con una comoda cessione del quinto della pensione, cioè facendosi prelevare direttamente dalla pensione la quinta parte della stessa ogni mese.

Prestiti Online Averara: Chiedere un prestito per ristrutturare il debito. Strano a dirsi ma se si hanno molti debiti in corso può essere interessante farne un altro. Si, molte volte succede che ci si perda tra le varie rate mensili da pagare e che per questo sia difficoltoso tenere tutto sotto controllo, il prestito per la ristrutturazione del debito, ci consente di riunire tutti i debiti e pagarli con un po di sovrapprezzo in una unica rata mensile. Questo ci consentirà di avere un maggiore controllo dei debiti e di non dimenticarci qualcosa in scadenza con il rischio di andare a finire nelle liste del Crif.

Prestiti Online Averara: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.