Prestiti Pensionati Aidone

 

Scopri tutto su: Prestiti Pensionati Aidone

Prestiti Pensionati Aidone: I prestiti per le forze dell ordine. Gli appartenenti delle forze dell ordine, si trovano come tutti i lavoratori ad avere necessità di denaro per far fronte alle spese che tutte le famiglie hanno, che sia una casa, oopure una macchina nuova, o una moto o un altro bene di consumo come un computer o una lavatrice. I Carabiniei, gli appartenenti alla guardia di finanza o alla polizia di stato, sono ottimi potenziali clienti per una banca o una finanziaria, proprio perchè lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e titolari di una sicura busta paga.

Prestiti Pensionati Aidone: Cosa è la cessione del quinto? Tra le forme di prestito più usate e anche più avvallate dalle banche c è di sicuro quella che prevede la restituzione delle rate per mezzo della cessione del quinto dello stipendio. Per le banche è un ottimo affare, perchè questo prestito viene concesso solamente a chi dispone di uno stipendio fisso e quindi non ci saranno problemi nella restituzione dello stesso. Possono accedere a questo prestito tutti i titolari di busta paga ma anche chi ha una pensione, infatti sempre più italiani usano questo mezzo per ottenere denaro per le loro spese.

Prestiti Pensionati Aidone: Cosa è un prestito ipotecario. Il prestito ipotecario come lo si capisce dalla parola è quello in cui come garanzia si da una ipoteca sull immobile che ci accingiamo ad acquistare, la banca che ci da il prestito ci da un importo spesso vicino al valore totale della casa, ne esistono anche al 100 per cento del valore. Ultimamente, a causa della crisi del mercato immobiliare, le banche non sono molto felici di ricevere un immobile in garanzia e sono aumentati i casi di rifiuto della richiesta del prestito per questo motivo.

Prestiti Pensionati Aidone: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.