Prestiti Veloci Alia

 

Scopri tutto su: Prestiti Veloci Alia

Prestiti Veloci Alia: Cosa significa la parola Crif? La parola Crif è un acronimo, cioè le sue lettere sono le iniziali di alcune parole che sono per la precisione Centrale Rischi Finanziari. Non è una bella parola per chi ne fa parte, il Crif infatti contiene i nominativi di tante persone che hanno avuto problemi finanziari in passato o che comunque per vari motivi non hanno onorato i loro impegni e pagamenti. Questo è il principale riferimento per gli istituti bancari e serve loro per misurare in tempi brevi il grado di affidabilità di ognuno di noi, a molti non piace questo metodo ma appare essere molto efficace per le banche.

Prestiti Veloci Alia: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.

Prestiti Veloci Alia: I vari tipi di prestiti pi√Ļ richiesti in Italia. Ma quali sono in realt√† i tipi di prestiti che gli Italiani richiedono pi√Ļ di frequente? Molte delle richieste negli ultimi tempi sono fatte dai lavoratori autonomi che essendo in difficolt√† cercano di rifinanziare le proprie attivit√† ma spesso per scarse garanzie non sono esauditi, sono molto richiesti prestiti per la casa, sia per l acquisto che per arredarla, anche la macchina √® tra le priorit√† degli italiani, ma sono richiesti prestiti anche per il matrimonio, per le vacanze, per l acquisto di nuovi elettrodomestici e anche per gli studi dei figli, sempre molto onerosi.

Prestiti Veloci Alia: Il piccolo prestito personale. Non √® detto che chi richiede un prestito lo faccia per ottenere sempre grandi cifre, anzi il pi√Ļ delle volte la richiesta viene fatta per esaudire piccole spese e per fare piccole migliorie all abitazione o all azienda. Queste quantit√† di denaro sono quasi sempre nell ordine dei 4-5.000 Euro e infatti la restituzione avviene nella maggior parte dei casi in uno o due anni, quindi 12 oppure 24 rate. Inutile dire che sono molto richiesti, ma √® anche bene dire che prima di fare la domanda bisogna esaminare bene i tassi di interesse, scartando quelli troppo onerosi.