Prestiti Veloci Ardea

 

Scopri tutto su: Prestiti Veloci Ardea

Prestiti Veloci Ardea: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.

Prestiti Veloci Ardea: Cosa significa la parola Crif? La parola Crif è un acronimo, cioè le sue lettere sono le iniziali di alcune parole che sono per la precisione Centrale Rischi Finanziari. Non è una bella parola per chi ne fa parte, il Crif infatti contiene i nominativi di tante persone che hanno avuto problemi finanziari in passato o che comunque per vari motivi non hanno onorato i loro impegni e pagamenti. Questo è il principale riferimento per gli istituti bancari e serve loro per misurare in tempi brevi il grado di affidabilità di ognuno di noi, a molti non piace questo metodo ma appare essere molto efficace per le banche.

Prestiti Veloci Ardea: Come confrontare le offerte di prestito. Uno dei modi che ci consentono di trovare il prestito che a noi serve è di sicuro quello di sfruttare le nuove tecnologie e internet per avere il massimo delle informazioni a noi utili per la scelta consapevole. Esistono infatti cosi tante offerte di prestiti sul mercato che è opportuno leggere molto e informarsi prima di fare una scelta affrettata. Il rischio è di perdersi tra le tante possibilità e di non scegliere il prestito più adatto a quello che vogliamo fare. Quindi non vi stancate di leggere e di informarvi, facendolo in quei siti web che vi appaiono più seri e più obbiettivi, senza farvi ingannare da offerte guardare alla effettiva solidità di chi le offre.

Prestiti Veloci Ardea: Quanto possiamo ottenere. Di norma, l importo ottenibile attraverso i mutui per rifinanziamento si compone di due sotto-valori: il debito residuo del mutuo da sostituire + una nuova quota di liquidità, generalmente proporzionale al valore di perizia dell immobile. La prassi bancaria vuole che la nuova liquidità non possa eccedere il 20-30% del valore di garanzia dell immobile sul quale è iscritta ipoteca di primo grado nei confronti dell istituto di credito subentrante.