Prestiti Veloci Auletta

 

Scopri tutto su: Prestiti Veloci Auletta

Prestiti Veloci Auletta: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.

Prestiti Veloci Auletta: Nuove condizioni per la surroga. Il secondo vantaggio di rilievo nella disciplina della surroga, consiste nella possibilità – rimessa alla negoziazione tra le parti – di poter avere accesso a condizioni migliorative o più soddisfacenti. Si pensi alla possibilità di abbassare l importo delle rate allungando la durata residua del piano di ammortamento o, ad esempio, alla possibilità di congelare l importo degli stessi pagamenti, scegliendo di indebitarsi a tasso di interesse fisso anziché variabile.

Prestiti Veloci Auletta: Richiedere un prestito con oculatezza. La scelta di richiedere un prestito non è un fatto da prendere alla leggera, anzi diciamo che è un momento importante nella vita della famiglia e che va fatto solo se esiste una buona motivazione. Indubbiamente i tempi sono difficili e tutti lo sappiamo, se abbiamo un valido motivo come acquistare un bene che ci serve per esempio una nuova auto che ci serve per recarci al lavoro, oppure il denaro ci serve per ristrutturare la casa allora è consigliato farlo. Richiedere un prestito per spese voluttuarie ed inutili rischierebbe di farci trovare con un fardello da traspoortare per mesi ed anni e metteremo in difficoltà la nostra famiglia.

Prestiti Veloci Auletta: Quanto possiamo ottenere. Di norma, l importo ottenibile attraverso i mutui per rifinanziamento si compone di due sotto-valori: il debito residuo del mutuo da sostituire + una nuova quota di liquidità, generalmente proporzionale al valore di perizia dell immobile. La prassi bancaria vuole che la nuova liquidità non possa eccedere il 20-30% del valore di garanzia dell immobile sul quale è iscritta ipoteca di primo grado nei confronti dell istituto di credito subentrante.