Prestito Auto Briosco

 

Scopri tutto su: Prestito Auto Briosco

Prestito Auto Briosco: Ottenere il prestito dalla banca. Una cosa è certa, le banche prestano sempre meno il loro denaro ai lavoratori autonomi, principalmente perchè essi non offrono le garanzie necessarie alla restituzione di quanto avuto. Il perchè è palese, cioè questo accade per l impossibilità di poter avere con certezza dei guadagni stabili nel tempo, la crisi specie in certi settori ha fatto si che il lavoro sia calato e con esso i guadagni. Un caso a parte lo fanno i lavoratori diepndenti che avendo uno stipendio fisso si vedono accettare quasi sempre le richieste di prestito. Anche i pensionati sono clienti appetibili perchè come titolari di pensione possono tranquillamente restituire quanto ottenuto in prestito, spesso tramite la cessione del quinto.

Prestito Auto Briosco: Cosa è la surroga di un mutuo? La surroga del mutuo o, in alternativa, portabilità attiva del mutuo, è un servizio regolamentato e disciplinato dalla Legge Bersani (il decreto 40-2007) e dalla Legge Finanziaria 2008, che permette al debitore di poter trasferire il proprio mutuo da un istituto di credito a un altra banca, modificando i principali parametri di riferimento dello stesso finanziamento.

Prestito Auto Briosco: Il prestito per fare un viaggio. Tra i tanti motivi che ci spingono a richiedere un prestito in banca, uno molto piacevole √® quello per fare un bel viaggio. Molte volte una vacanza √® una necessit√† e non uno sfizio, chi lavora intensamente tutto l anno ha diritto ad un periodo di relax e molte volte pu√≤ accadere che ritenga pi√Ļ comodo fare la vacanza subito e pagare a rate dilazionando la spesa. Quindi √® possibile trovare denaro in prestito per un viaggio e questa tipologia ricade nella categoria del prestito finalizzato.

Prestito Auto Briosco: Quanto possiamo ottenere. Di norma, l importo ottenibile attraverso i mutui per rifinanziamento si compone di due sotto-valori: il debito residuo del mutuo da sostituire + una nuova quota di liquidità, generalmente proporzionale al valore di perizia dell immobile. La prassi bancaria vuole che la nuova liquidità non possa eccedere il 20-30% del valore di garanzia dell immobile sul quale è iscritta ipoteca di primo grado nei confronti dell istituto di credito subentrante.